LENIRE LE FERITE

Come accogliere, accompagnare, trasformare un'esperienza di lutto perinatale

La morte è parte integrante della vita.
Unica esperienza paritaria del vivere insieme alla nascita, riguarda tutti gli esseri viventi senza distinzione.

Ma c’è morte e morte.
Non perché esista una scala nel dolore, in quanto chi attraversa un lutto ha comunque perso un pezzo che non torna nella stessa forma, ma perché ci sono morti più scomode, più sconce di altre.
Le morti prenatali appartengono forse a questa specie di cui sembra sia meglio tacere: sono morti infatti ingenerate dallo stesso corpo che genera la vita.

Un vero e proprio ossimoro: come si può morire prima o mentre si nasce?

Con la presente formazione LENIRE LE FERITE. Come accogliere, accompagnare, trasformare una esperienza di lutto perinatale vorremmo ripescare buone prassi e strumenti di lavoro dalla pratica quotidiana di operatrici della nascita che accompagnano e stanno accanto a donne, uomini, bambini e bambine dopo una perdita perinatale.

Perché ogni famiglia possa trovare un luogo dove condividere il proprio lutto, mutare lo sguardo sul proprio abisso, esplorare lo sconosciuto per ritrovare un significato al proprio dolore.
Per aver qualcuno accanto mentre si attraversa il buio del bosco.

Perché nessuno si trovi più vittima di un qualsiasi forma di omissione di soccorso pratico ed emotivo.

Contenuti

Il percorso di formazione si struttura intorno alle seguenti tematiche:
Quando una gravidanza fisiologica si conclude con una perdita: note cliniche.

  • Il valore della ritualità
  • L’assistenza domiciliare nel dopo parto con particolare attenzione nel caso di un lutto perinatale
  • Il gruppo di auto mutuo aiuto per una condivisione ed un accompagnamento dopo una perdita e durante una eventuale gravidanza successiva
  • Strumenti e buone prassi

Obiettivi

La formazione si propone di:

  • restituire dignità e specificità ad una esperienza ancora coperta dal silenzio
  • offrire un quadro clinico intorno al tema delle perdite prenatali
  • stimolare una riflessione che riguarda il processo di cura/sostegno e gli attori che ne fanno parte;
  • individuare strumenti e buone prassi per quanti, a diverso titolo, si occupano del puerperio e/o di gruppi di auto mutuo aiuto

Destinatari

La formazione si rivolge a coloro che hanno seguito il precedente percorso di Uscire dal silenzio, nonché a quanti, a diverso titolo, si occupano di assistenza domiciliare nel puerperio (operatrici della nascita, ostetriche, doule, educatrici…) o sono facilitatori/ facilitatrici di gruppi AMA.

Date e orari del corso

Il corso ha una durata complessiva di 22 ore così suddivise:

  • sabato 18 marzo 2023 dalle 9.30 alle 13.00, dalle 14.00 alle 17.30 (online)
  • sabato 1 aprile 2023 dalle 10.00 alle 13.00, e dalle 14.00 alle 18.30 (in presenza)
  • domenica 2 aprile 2023 dalle 8.30 alle 13.00, e dalle 14.00 alle 17.00 (in presenza)

Attestato

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione a tutti coloro che avranno frequentato all’80% delle ore complessive.

Sede

La parte in presenza si terrà presso la sede del Melograno Centro Informazione Maternità e Nascita di Treviso, in via F. Baracca 14.
La parte on line si terrà su piattaforma Teams. Si consiglia di scaricare la app gratuita sul proprio dispositivo.

Scarica qui il documento